non importa quanto
facciamo,  ma quanto
amore mettiamo  in ciò
che facciamo
Sandra Giovannacci. Originaria delle Centovalli, sono nata a Locarno nel 1962. Una prima formazione e diversi anni di lavoro in campo sanitario mi hanno portata a vivere per un decennio nella Svizzera tedesca. Nel 1997 ho ripreso gli studi cambiando completamente ramo e iscrivendomi all’Accademia di architettura di Mendrisio (Università della Svizzera italiana) sono tornata a sud delle alpi.

All’Accademia di architettura ho seguito gli ateliers di progettazione di Peter Zumthor, Aurelio Galfetti, Alfredo Pini, Heinz Tesar, Marc Collomb, Michel Desvigne. Nel 2003 ho conseguito il diploma sotto la guida degli architetti Bernhard Furrer e Valentin Bearth. Dal 2005 sono iscritta all’OTIA e dal 2009 nel REG A. Dal 2011 vivo e lavoro nel paese d’origine.

Durante gli anni di formazione ho collaborato saltuariamente durante le vacanze con lo studio dell’architetto Michele Bardelli, con il quale ho elaborato e portato a termine i primi lavori. Nel 2004 ho aperto uno studio in proprio e parallelamente ho iniziato la collaborazione, che si è protratta fino al 2012, con l’architetto Urs Plank.

Sensibile ai valori ambientali di una natura generosa, presto attenzione ai materiali e alle risorse impiegati nella costruzione e cerco nel gesto architettonico l’armonia nel rispetto della persona, dell’oggetto e dell’ambiente che ci ospita.